Il mondo potrebbe essere tristemente impreparato per un’invasione aliena e perché la tecnologia extraterrestre sarebbe di gran lunga superiore.
I governi di tutto il mondo restano a bocca aperta sulle strategie anti-invasione, con gli Stati Uniti che affermano che nulla è in atto e che dovrebbe reagire solo a ciò che è esattamente si trova di fronte a loro. Ma ciò che è chiaro è che non ci sarebbe alcun senso su come gli umani cercassero di combatterli.

Immagine correlata

Questo è quanto riportato dal tabloid inglese The Sunday Express che appunto dedica un articolo su una presunta invasione aliena e di come il mondo, ovvero l’Umanità, sia impreparata a questo evento.

Qualsiasi extraterrestre che possa attraversare l’universo avrebbe una tecnologia che potrebbe far sembrare che il nostro arsenale sia un cumulo di rocce.  Jill Tarter, membro di Search for Extra-Terrestrial Intelligence (SETI)  e parte del consiglio di amministrazione per l’Allen Telescope Array in California, ha dichiarato: “Se si sono presentati a casa nostra, significa che hanno tecnologie molto avanzate rispetto alle nostre.

“E per questo, saranno quelli che stabiliscono le regole.” Sebbene non esista un piano ufficiale, si ritiene che le Nazioni Unite assumeranno il comando ma solo ipoteticamente parlando. Il gruppo sarebbe responsabile per le armi atomiche e gli attacchi aerei di ogni paese, oltre a distribuire, e probabilmente razionando, cibo in tutto il pianeta.

Molto più probabile che gli alieni che arrivano sulla nostra porta di casa potrebbero inviare un segnale o un messaggio alla Terra. SETI è un’agenzia che sta esplorando i cieli alla ricerca di attività aliene dal 1984.

In primo luogo, le persone che rilevano il segnale dovrebbero assicurarsi che sia genuino, quindi una volta confermato dovrebbero informare il Central Bureau for Astronomical Telegrams, che informerebbero a loro volta gli osservatori professionisti in tutto il mondo e il segretario generale delle Nazioni Unite. Vi sono quindi alcuni fattori da prendere in considerazione per sapere se il pubblico debba essere informato e giudicato sulla Rio Scale o scala di Rio. Secondo Seth Shostak, astronomo senior del SETI: “Un rilevamento SETI potrebbe avere conseguenze importanti per la società.

Risultati immagini per Alien invasion, extraterrestrials, Earth

“La scala Rio va da 0 a 10. È composta da due fattori moltiplicativi: un termine Q che misura l’importanza della scoperta (per esempio, se un segnale proviene dall’interno del sistema solare, è considerato più importante di uno proveniente dall’altra parte della Galassia), e un termine δ che stima la credibilità del reclamo (ci sono dati concreti, o solo un rapporto aneddotico?) L’indice di Rio implica tempi Q δ. ” Successivamente, dovrebbe essere calcolata una risposta.

Anche se è sempre stato negato, il direttore dell’ufficio delle Nazioni Unite per gli affari spaziali esterni probabilmente dovrebbe guidare i contatti con gli extraterrestri. Un candidato probabile a guidare un eventuale contatto è Paul Davies – presidente della task force di rilevamento post SETI.

Poiché la comprensione dell’inglese o di qualsiasi linguaggio umano da parte di un alieno sarà probabilmente inesistente, gli esperti hanno escogitato altri modi per dimostrare che siamo intelligenti, con una formula matematica e qualsiasi cosa da inviare indietro per dimostrare che non siamo completamente primitivi.

Tuttavia, altri pensano, tra cui Stephen Hawking, che non dovremmo rispondere affatto. Il professor Hawking ha detto che sarebbe meglio mantenere il silenzio, a giudicare anche da quello che è successo quando gli umani hanno incontrato altri umani che ritenevano inferiori, potrebbe significare la fine di noi.

Il fisico teorico ha detto: “Un giorno potremmo ricevere un segnale da un pianeta come Gliese 832c, ma dovremmo essere cauti nel rispondere”. “Incontrare una civiltà avanzata potrebbe essere come i nativi americani che incontrano Colombo.  “Non è andata così bene.”

A cura della Redazione Segnidalcielo Magazine

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here