• Dopo 27 anni dalla scomparsa del figlio l’attrice è tornata a parlarne
  • Lory ha raccontato come Conor ha lasciato un ultimo messaggio al papà
  • La 59enne ha anche descritto come ha affrontato la tragedia nel 1991

Dopo ben 27 anni da quando Lory Del Santo ha perso suo figlio Conor a causa di un incidente, l’attrice è tornata a parlarne ai microfoni di Barbara d’Urso. Il ricordo del bambino, deceduto a soli 4 anni, ha fatto commuovere Lory.

Dalla storia d’amore tra Lory e il chitarrista Eric Clapton era nato il piccolo Conor

Questo bambino era così incredibile, mi faceva divertire.Era così intelligente e così talentuoso: aveva una voce bellissima e cantava come suo padre“, così la showgirl ha descritto il piccolo Conor, figlio suo e del chitarrista Eric Clapton. Conor è deceduto nel corso di un tragico incidente nel 1991 e Lory ha raccontato a Domenica Live gli ultimi attimi del bambino: “Non è stata colpa mia. Anzi io ero preoccupatissima e facevo in modo che non ci fosse nessun pericolo in giro. Però in agguato c’è sempre qualcuno che fa qualcosa di sbagliato“.

Lory si è visibilmente commossa ricordando suo figlio a Domenica Live

Visibilmente commossa Lory ha anche rivelato un particolare inedito su suo figlio: “Si tratta di una cosa tragica e bella. Quando siamo rientrati da New York con il bambino non più vivo, mentre stavamo per andare al funerale è arrivato il postino con una lettera rossa. Appena l’ho vista mi sono ricordata: Conor aveva scritto a Eric le parole I love you mentre lo aspettava“. A questo punto del racconto la Del Santo non è più riuscita a contenere le lacrime. “Era l’ultimo messaggio che lui voleva dare“, ha detto la 59enne riferendosi a suo figlio.

scritto da Roberta Martorana il 5/3/2018

Commenti

Per commentare è necessario registrarsi, una volta sola, alla piattaforma Disqus tramite e-mail o profilo social (Facebook, Twitter o Google). Se non è confermato l’indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.
Inserendo un commento, l’utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il .

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico