Piersilvio Berlusconi adora Amici, in particolare nella sua versione serale. Il presidente di Mediaset sarebbe così legato a uno dei programmi di punta della sua azienda, da aver osservato il rito della visione del programma anche lo scorso 28 aprile, giorno del suo 49esimo compleanno. “Il sabato sera? Per me è Amici”, riporta Libero, citando una fonte interna a Mediaset e, dunque, si presume molto vicina a Piersilvio Berlusconi.

Cosa c’è di strano? Nulla si direbbe, visto che Amici è certamente uno dei programmi più attesi dal pubblico e dall’azienda, a fronte della garanzia che da 18 anni il programma rappresenta in termini di ascolti e riscontro. Inoltre la stessa Mediaset ha motivo di rivendicare la paternità della creatura concepita da Maria De Filippi, che probabilente non avrebbe avuto la stessa eco se l’azienda di Cologno Monzese non avesse creduto ciecamente in un prodotto che è stato spesso oggetto di critiche, essendo l’esempio massimo dell’epopea dei talent show televisivi in Italia. Non a caso il retroscena prosegue riportando un altro virgolettato del presidente, che spiega i motivi del suo chiodo fisso: “Semplice, è un programma che sono orgoglioso che vada in onda sulla nostra tv”.

La rivoluzione di Amici 2018

Eppure quest’anno il serale di Amici ha subito importanti cambiamenti, tornando ad una struttura più simile alle prime edizioni del programma e, soprattutto, riadottando la modalità della diretta, cui per anni erano state preferite le registrazioni. Guardando ai risultati di questa stagione, per quanto non possano essere definiti deludenti, non si può dire certamente che Amici abbia brillato, né tantomeno che novità come l’innesto di Luca Tommassini e il parterre corposo di rappresentanti della commissione esterna siano stati capaci di far fare al talent della De Filippi un salto di qualità.

Ascolti timidi per Maria De Filippi

La lotta degli ascolti del sabato sera con Ballando con le stelle è più accesa che mai, con una partita inaspettatamente apertissima e lo show della Carlucci che per due volte è stato in grado di tenere testa alla concorrenza. Se da una parte va dunque riconosciuto che l’interesse di Piersilvio Berlusconi per questo programma sia fisiologico, visti anche i rapporti d’affetto e stima con Maria De Filippi, non è da escludere che questa sua presunta forma di attaccamento eccessivo posssa spiegarsi anche con una certa preoccupazione verso questo trend degli ascolti di Amici. Per i bilanci è ancora molto presto e il finale di stagione è lontano, ma la tv funziona solo se un occhio è sempre proiettato verso il futuro.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico