Millie Bobby Brown, attrice di 14 anni nota soprattutto per la serie Netflix Stranger Things, ha cancellato il suo profilo Twitter dopo essere diventata, senza alcuna colpa, soggetto di meme omofobi. Come ha scritto Variety, «non è ben chiara l’origine dei meme, ma secondo molti utenti di Twitter a iniziare a usarli sono stati alcuni membri della comunità LGBT». Come spiega il sito Know Your Meme, in certi casi si tratta di immagini di Brown accompagnate da frasi omofobe, islamofobe o razziste che lei non ha ovviamente mai pronunciato. In altri post gli utenti raccontavano finte cose fatte o dette da Brown, accompagnate dall’hashtag #TakeDownMillieBobbyBrown: un invito a farle chiudere il profilo, come ora è effettivamente successo. Il primo uso dell’hashtag è del novembre 2017, quando girò un falso resoconto secondo il quale Brown avrebbe strappato lo hijab di una ragazza che le aveva chiesto di farsi una foto con lei. Non è chiaro perché, ma negli ultimi giorni i meme avevano ripreso a girare e si erano fatti sempre più frequenti. Dal luglio 2017 Brown ha anche un altro account Twitter: @Milliestopshatecreato per sensibilizzare contro il bullismo e gli insulti online.

La storia di quell’attrice di “Stranger Things”



Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico