Ti sei mai chiesto perché, ogni volta che sali in auto, ti viene la sonnolenza? Le vibrazioni della tua macchina sembrano essere le dirette responsabili. I ricercatori della RMIT University di Melbourne, in Australia, allarmati dalle statistiche, che vogliono i colpi di sonno come causa del 20% degli incidenti mortali e che indicano che almeno un australiano su 5 ne ha avuto uno mentre era alla guida, hanno condotto uno studio sull’effetto della normale vibrazione dell’auto, sulla capacità di rimanere svegli al volante.

Simulatore di noia. Il ricercatore Mohammad Fard e del professor Stephen Robinson, insieme al loro team di ricerca, hanno testato 15 volontari in un simulatore di guida, come quelli cabinati che si trovano nelle sale giochi o nei centri commerciali, solo che invece di circuiti e gare mozzafiato, simulavano una noiosissima autostrada a 2 corsie. L’apparecchio è stato installato su una piattaforma vibrante (4-7 Hz). I volontari venivano testati una volta con la piattaforma vibrante attiva, una volta senza. Osservando la variabilità della frequenza cardiaca dei volontari (HRV), i ricercatori sono stati in grado di ottenere la misura obiettiva di come si sentivano i guidatori durante il test. Dopo solo 15 minuti di vibrazioni sono comparsi i primi sintomi di sonnolenza, dopo 30 è diventata significativa e verso i 60 è arrivato il picco.

Seggiolini antivibrazione. I ricercatori sperano che i loro risultati possano essere utilizzati dai produttori di auto, per migliorare il design dei seggiolini. Eliminando infatti le vibrazioni possono aiutare il guidatore a rimanere sveglio, riducendo così gli incidenti. “Quando sei stanco, non ci vuole molto per iniziare ad addormentarsi e abbiamo scoperto che le dolci vibrazioni fatte dai seggiolini mentre si guida, possono cullare il cervello e il corpo” avvertono i 2 studiosi.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here