È morto a 67 anni il regista italiano Carlo Vanzina. Non si conoscono ancora le cause della morte, ma sembra che da qualche tempo fosse gravemente malato. Vanzina aveva cominciato a lavorare nel cinema da giovane, ed era diventato molto noto tra gli anni Ottanta e Novanta per le commedie, tra le altre, Eccezzziunale… veramente, Io no spik inglish, Sapore di mare, Vacanze di Natale. Fu molto prolifico: fece 60 film come regista, l’ultimo dei quali – Caccia al tesoro con Vincenzo Salemme e Serena Rossi – è uscito nel 2017.

Vanzina era nato il 13 marzo 1951 e, come ha scritto Repubblica, da ragazzo voleva fare il critico cinematografico. Anni dopo ha raccontato: «Da ragazzino tenevo degli album che riempivo con tutti i film che vedevo e ne vedevo tantissimi. Scrivevo le mie mini-critiche, mettevo già le stellette anche se non si usava, scrivevo tutto il cast dagli attori al direttore della fotografia. Ero un vero malato di cinema». Da ragazzo iniziò a lavorare come assistente di Mario Monicelli. «Mio padre mi portò da Monicelli, che era un suo grande amico e col quale avevano lavorato tanto insieme all’inizio mi trattò malissimo, non voleva certo che mi sentissi privilegiato in quanto figlio di». Vanzina lavorò insieme a Monicelli per i film Brancaleone alle crociate La mortadella, e in seguito collaborò con Alberto Sordi a Polvere di stelle.

Nel 1976 diresse Luna di miele in tre, il suo primo film da regista. La sceneggiatura era stata scritta dal fratello Enrico e i tre sono Renato Pozzetto, Cochi Ponzoni e Stefania Casini: Pozzetto è un cameriere di Stresa che vince una vacanza in Giamaica con una modella di riviste erotiche, di cui è grande seguace.

In seguito Vanzina diresse un musical con Alan Sorrenti e il film Arrivano i gatti, con i Gatti di Vicolo Miracoli. Lavorò poi a una sorta di versione invernale di Luna di miele in tre: Vacanze di Natale. Divenne il film che aprì la strada al genere poi diventato noto come “cinepanettoni”, una definizione che a Vanzina però non piacque mai.

Negli anni Ottanta i film più di successo di Vanzina furono quelli con Jerry Calà o Diego Abatantuono, e in certi casi con loro due insieme. Sapore di mare, uno dei suoi film più famosi, uscì nel 1983: era ambientato negli anni Sessanta e c’erano Virna Lisi, Marina Suma, Karina Huff, Alba Parietti, Isabella Ferrari e Jerry Calà. Il film non si intitolò “Sapore di sale”, perché i diritti per un film con quel titolo erano già presi.

Eccezzziunale… veramente, con Diego Abatantuono, uscì nel 1982.

Negli anni successivi Vanzina ha diretto anche film di altro genere: film polizieschi e produzioni straniere, per esempio La partita, ambientato nella Venezia del Diciottesimo secolo, con Matthew Modine e Faye Dunaway.

In anni più recenti Vanzina ha diretto, tra gli altri: Ex: Amici come prima!, Mai stati uniti, Sapore di te, Un’estate ai Caraibi, Il ritorno del Monnezza e Eccezzziunale veramente – Capitolo secondo… me.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico