Un nuovo dinosauro sauropode sembra sparigliare di nuovo le carte, riscrivendo la storia geologica della Cina e dicendoci che, durante il Giurassico, non si era ancora separata dagli altri continenti. Quello che sappiamo attualmente di ere geologiche lontane 200 milioni di anni, lo immaginiamo e lo teorizziamo in base ai reperti fin ora trovati. Molto spesso è come indovinare l’immagine di un puzzle con meno di un terzo dei pezzi e senza delle volte sapere, se sono messi bene. Accade quindi che alcuni ritrovamenti riscrivano totalmente la storia che conosciamo.

La pagea. Questo è il caso del Lingwulong shenqi (drago stupefacente di Lingwu dal nome della cittadina vicino alla quale è stato rinvenuto) che visse in Cina 174 milioni di anni fa, senza che fosse in teoria fosse possibile farlo. All’epoca del sauropode, la Pangea(super-continente da cui derivano tutte le terre emerse) stava iniziando a frammentarsi. Fin ora si pensava che un mare chiuso, molto simile al Mar Rosso, ma più grande, separasse quella che ora è la Cina dal resto del super-continente, fungendo da barriera naturale per i grandi rettili.

Lingwulong shenqi da vero guastafeste però è nato 15 milioni di anni prima di qualsiasi altro dinosauro conosciuto di questo gruppo e dove (in teoria) non doveva, nella Cina del nord. “Questo suggerisce che Lingwulong shenqi sono entrati in Cina prima che qualsiasi tipo di barriera si creasse e oltretutto le prove geologiche ci dicono che questa barriera fosse piuttosto effimera”, afferma il dott. Mannion dell’Imperial College di Londra, autore dello studio. La retrodatazione dei sauropodi ci descrive la loro incredibile capacità adattativa, attraversando, nei milioni di anni della loro esistenza, numerose estinzioni di massa e conquistando tutte le terre merse conosciute.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico