L’emittente britannica BBC ha annunciato di avere trovato una soluzione per eliminare il ritardo nella trasmissione degli eventi in diretta streaming su Internet, un problema che conoscono molto bene gli appassionati di sport. Il nuovo sistema, per ora in fase di sperimentazione, dovrebbe risolvere il problema per cui chi guarda una diretta online in streaming vede le cose con numerosi secondi di ritardo rispetto a chi le sta osservando normalmente sul televisore, tramite un’antenna del digitale terrestre o satellitare.

Il problema del ritardo degli streaming è sentito soprattutto da chi segue partite di calcio, la Formula 1, il tennis e diversi altri sport. Durante i Mondiali di calcio di questa estate, per esempio, molti tifosi hanno visto i gol delle loro nazionali preferite a decine di secondi di distanza da chi guardava le partite in TV, spesso ricevendo notizie e notifiche sui loro smartphone prima di riuscire a vederli sul loro schermo.

Le dirette in streaming di solito hanno un ritardo di diversi secondi perché per trasmettere il segnale online, in modo affidabile, sono necessari alcuni passaggi tecnici che richiedono un po’ di tempo. Il sistema prevede che ogni diretta sia suddivisa in innumerevoli clip da 4-8 secondi, che vengono poi compresse e inviate alle piattaforme per lo streaming. A seconda della connessione di ogni singolo utente, e di altri parametri, vengono scaricate man mano più clip prima di avviare la riproduzione dello streaming, in modo da evitare che per qualche imprevisto la diretta vada a singhiozzo interrompendosi di continuo. Il sistema permette di avere una trasmissione senza interruzioni, ma comporta ritardi notevoli che possono superare i 30 secondi in alcune circostanze.

La divisione Ricerca e Sviluppo di BBC dice di avere trovato una soluzione al problema. I suoi sviluppatori hanno realizzato un sistema che produce clip molto più brevi e che possono essere trasmesse più velocemente. In attesa di presentare la nuova tecnologia e confrontarsi con altri partner, BBC non ha fornito molti altri dettagli tecnici. Secondo l’emittente, il nuovo sistema consentirà di eliminare completamente il ritardo, permettendo di vedere un gol “quando lo si vedrebbe in TV”.

La novità è stata presentata questa settimana nel corso della International Broadcasting Convention, uno dei più importanti incontri tra i responsabili delle emittenti televisive, organizzata nei Paesi Bassi. Il sistema richiederà una fase di sperimentazione e soprattutto la collaborazione del settore, per trovare e impiegare nuovi standard. L’obiettivo di BBC è di riuscire a mettere tutti d’accordo entro il 2022, quando ci saranno i prossimi Mondiali di calcio.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico