Lutto nel mondo delle serie americane. All’età di 93 anni, è morta Katherine MacGregor, l’attrice nota soprattutto per aver interpretato Harriet Oleson nella serie La casa nella prateria, piccolo grande cult degli anni 80. La MacGregor è deceduta il 13 novembre a Woodland Hills, Los Angeles, in California.

Il successo nel ruolo della signora Oleson

La serie, molto amata dal pubblico italiano, viene ancora oggi trasmessa sui palinsesti televisivi nostrani, da Paramount Channel. Prodotta tra il 1974 e il 1983 e tratta dai romanzi autobiografici di Laura Ingalls Wilder, La casa nella prateria è una serie che mescola dramma, commedia e western e racconta le vicende della famiglia Ingalls nelle campagne del Minnesota a fine Ottocento. La MacGregor vi ha interpretato uno dei volti più cult, quello della capricciosa, snob e spesso cattivissima signora Oleson: ricca proprietaria di un emporio, è moglie del “povero” Niels e mamma della viziatissima Nellie e del monello Will, tanto insopportabile per gli altri protagonisti, quanto, ovviamente, simpatica per il pubblico a casa.

La carriera di Katherine MacGregor

Californiana di Glendale, dov’era nata il 12 gennaio 1925, crebbe però in Colorado.  Dopo gli inizi sul palcoscenico con il nome di Scottie MacGregor (recitò anche nella versione teatrale di Quando la moglie è in vacanza), apparve in diverse serie televisive dagli anni 50 ai 70. Tra queste, Ironside, con Ryamond Burr. Al cinema, recitò in un piccolo ruolo in Fronte del porto. Dopo La casa nella prateria, ha lasciato la televisione limitandosi a recitare a teatro. Ebbe due brevi matrimoni, sempre con attori: prima con Bert Remsen, poi con Edward G. Kaye-Martin. Curiosità: dopo aver detto addio alla tv si dedicò alla pratica della religione indù e all’insegnamento della recitazione ai bambini al Wanda Hollywood Vedanta Players.

Let’s block ads! (Why?)

Powered by WPeMatico